VI COMUNICO CHE PENSO
Torna al corso

Questo modulo cerca di rispondere a una domanda fondamentale: perché la Comunicazione facilitata funziona, come dimostrano tante esperienze, con persone che presentano patologie molto diverse tra loro?

Per rispondere compiutamente a tale interrogativo occorrerebbe poter mostrare quali sono i meccanismi sottostanti la tecnica in grado di spiegare il suo funzionamento. Allo stato attuale della ricerca non disponiamo ancora di questo tipo di evidenze scientifiche, tuttavia delle solide ipotesi di lavoro sono emerse dalla scoperta dei neuroni specchio, che ha messo in luce la relazione molto stretta che c’è tra mancanza di comunicazione orale funzionale e forme diverse di difficoltà motorie, le quali sono riscontrabili anche in persone il cui sistema motorio apparentemente non è compromesso. Si introduce, pertanto, la nozione di funzioni esecutive, che non coincidono con sistema motorio, per passare poi a mostrare il rapporto tra esse e le capacità comunicative e formulare infine delle ipotesi circa il ruolo che svolge il tocco (ovvero l’azione del facilitatore) sulla persona facilitata.

Inizio Modulo: 17/09/2015

Termine Modulo: 08/11/2015


le funzioni esecutive e motorieCompra il corso o loggati per scaricare il file
Non sono presenti video in questo modulo


Messaggi inviati al forum



Messaggi inviati al docente